venerdì 23 giugno 2017

I ragazzi morti a Londra sono vittime dello Stato?

Questa storia che i ragazzi morti a Londra sono stati uccisi da uno stato cattivo che non crea posti di lavoro in Italia la dice lunga sulla vostra incapacità di riflettere e sulla visione ristretta che avete dei problemi.
Lo so che avete l'abitudine di correlare le cose a cazzo, però provate per un attimo a riflettere: se un cittadino di Cassino, muore a Gaeta mentre fa il bagno al mare, la colpa è dell'afa che c'è nella nostra città? O del sindaco che non crea il mare a Cassino?
E se questi ragazzi avessero trovato posto di lavoro a Torino e fossero morti durante la bolgia di piazza San Carlo? Di chi sarebbe stata la colpa? Mi rendo conto che davanti ad una tragedia cerchiamo un responsabile. Ma tante volte non c'è, e prendercela sempre con lo stato, come se dovesse risolvere tutti i nostri problemi, lasciatevelo dire, è un po' da vigliacchi.